Un disabile in viaggio

Chi dice che un disabile non possa partire per un viaggio? In effetti nessuno, ma inconsciamente tutti lo pensano, soprattutto tenendo presente quali sono i disagi che potrebbero essere arrecati agli ospiti disabili. Si sa che le barriere architettoniche, per quanto risolvibili, sono eccessivamente più grandi nella testa. Ed è questo il primo limite che si pone nei confronti delle persone affette da disabilità motorie. Non a caso si pwheelchair-999622_960_720ercepisce la disabilità come un problema insormontabile, quando invece basterebbe essere più aperti a qualunque tipo di esperienza ed esigenza.

Ci sono moltissimi posti – purtroppo non ancora tutti – che possono essere visitati da chiunque. Da palazzi a monumenti a strade a ristoranti di ogni genere. Si tratti di persone in carrozzina o persone affette da cecità, sordità, mutismo e via discorrendo. Questo grazie soprattutto alle novità tecnologiche che continuano a svilupparsi giorno dopo giorno.

Molte persone, stando ad alcuni studi, provano empatia ed ammirazione nei confronti di coloro che riescono a fare tutto superando bellamente i propri confini. Ma quante delle suddette persone non provano anche commiserazione o disagio?

schoolapply.com aiuta infatti a capire che quello che è un limite (spesso solo di coloro che problemi fisici non ne hanno) potrebbe cadere con un po’ di informazione e studio in più. Questo sito è un raccoglitore dei migliori percorsi di studio che si possono intraprendere e seguire per quel che concerne l’educazione fisica, abbattendo una volta per tutte quelli che sono i paletti imposti dalla società nei confronti dei disabili. È utile e necessario conoscere e sapere bene cosa si può fare per alleggerire la vita di coloro che già ce l’hanno in parte distrutta. Soprattutto non costringendoli a sentirsi limitati in quello che c’è di bello in tutto il mondo.

Sta alle associazioni, ai governi, agli Stati, alle persone, nel loro piccolo, il compito di non creare ulteriori inconvenienti a chi vuole semplicemente far parte della società come tutti gli altri.